24 giugno 2007

Hey AnomaliE! (5)


Eccoci al sublime momento in cui AnomaliE se le sente da voi. E viceversa!
Anche questo numero è piaciuto ai lettori, ma ovviamente c’è qualche critica costruttiva, come Tommy è uno stronzo!! Possibile che in 2 pagine di lettere citi solo 2 o 3 critiche infamando chi l’ha scritte?! Hai la simpatia di un tovagliolo usato!! Cosa vuoi? Che si scriva solo "siete bellissimi, bravissimi e fichissimi!!"? Ma vaffanculo!!!! Non è esatto: io infamo anche chi fa i complimenti! Cominciamo? Siete fantastici e bellissimi, la vostra rivista è una pietra miliare della letteratura italiana. Vorrei fare i complimenti a quella cima del Cialtrone! Altro elemento portante della redazione è Jacopo Jannelli e la sua appendice (Marmottina); Quanto mi pagate per questo?! Io chiamo subito il manicomio. X quanto riguarda Alessandra, mi pare molto noiosa e scrive di cose che non mi interessano neanche a spararmi. Dimmi la verità: la tua rivista tipo è TV sorrisi e canzoni, vero? VOGLIAMO SAPERE LA FINE DI IVETTE, quindi, Consuelo, spremi la matita e datti da fare! Non stare lì a poltrire e aspettare "Minchia"! Consuelo disegna davvero bene e anche la storia non mi pare male (non farti sfruttare, non lavorare il doppio solo xché te lo chiedono loro!!) PS: Non sei nemmeno male tu. Una buona notizia per tutti i fans di Consuelo: il suo numero è 3388493227! Una cattiva notizia per tutti i fans di Consuelo: in realtà è un uomo! Mi accorgo che non c’è amore. Non è vero: il Cialtrone ama carnalmente ogni redattrice, prima di assumerla. Lo fa anche con i redattori! Luber è un figo! Quasi quasi apro un’agenzia matrimoniale per i nostri articolisti. Akira scrive bene anche se a volte si fa un po’ prendere ed è troppo seria. Akira seria? Akira seria?? AKIRA SERIA??? In Hey AnomaliE non dovete assolutamente togliere pezzi! Xkè l’altra volta avete tolto il mio pezzo, bastardi! Se pubblicassimo ogni commento, occuperei tutta la rivista! Devo per forza tagliare i meno simpatici… Pubblicate + fumetti! Sono stupendi! W Consu! (skerzavo! Mi è appena stato detto ke pubblicherete quello di Sciarpino... Aboliteli!) Se come l’altra volta pubblicate i commenti questo non scrivetelo! Vedi? Diminuite gli errori di ortografia, asini! Non lo sai che il nostro correttore ortografico è Francis il mulo parlante? Pubblicate fumetti carini, quello che si intitola "Non ho niente. Non mi manca niente" fa pietà come disegni ma come storia è anche peggio. Sarai bello tu!

La maggior parte dei lettori pensa che AnomaliE debba allargare i suoi contenuti, e c’è chi propone nuove rubriche, ad esempio "Ma un pescatore non si annoia in riva a un fiume?" Non se si porta dietro AnomaliE! "!!CIAK LUBER!!" Fategli fare una recensione a numero di un film. Sono fighe! È la prima volta che "Luber" e "fighe" stanno nella stessa frase. "La posta del cuore" Ma a che rivista credi di aver scritto, a Cioè? "Perché i giapponesi si tirano pare mentali invece di trombare?!" Semplice: perché le ragazze giapponesi non sono come si vedono nei manga! "ANIMAL-PHORNO" piacerebbe a Cialtry... Ecco chi traumatizza il nostro muflone mascotte! "Cosa trovi alla fumettoteka di AnomaliE che non trovi nella vita normale" Semplice: sklero e mufloni che scorrazzano in libertà. Mi piacerebbe leggere come si fanno quelle polpette di riso che ci sono in Kiss Me Licia (quelle con l’alga) e altre ricette giapponesi e magari delle foto degli anomali che si cimentano nel preparare le pietanze. Hemm... Smettete di drogarvi. Dillo a quella che ha proposto le ricette!

Ed ora… sklerooo! Dunque, vorrei salutare mia madre e mio padre e tutti i miei amici che mi guardano in TV e mi sostengono da casa!?, ma questo non è il Quiz show! No, ma se vuoi puoi girare la ruota e dare un bacio a Miriana. Sono contento che ci sia AnomaliE, altrimenti cosa potrei leggere mentre sono in bagno che espleto i miei bisogni? Un catalogo di carta vetrata farebbe al caso tuo. Posso richiedere un video? TRL comincia più tardi. Se vuoi, a noi puoi chiedere un muflone. Saluto tutti gli sklerati della reda xché lo sklero come lo fanno loro non lo fa nessuno!!! Ci abbiamo il copyright sullo sklero, vecchio! Vota Justine Timberlake alle elezioni provinciali! Vota anche Freddy già che ci 6! Pensa che io volevo votare Platinette e Varenne. Andrò a vedere "Gli improperi dell’oriundo". Aspetta che esca il prossimo numero di AnomaliE, c’è il DVD in omaggio. Non c’è che dire, è una bella rivista anche se non è ancora perfetta... Ne approfitto per salutare il mio amico Igor Sontacchi. Ah, un salutone grande grande alla mia amica Aldrighetti!! Ciao Fra! Ciao a tutti & soprattutto a Seba & Sciarpy. La smettete? Sempre a farvi gli affari vostri! Magari volete pure che vi lasci da soli? L’unico modo per capire che uno è anomalo è incontrarlo in sede, ci vorrebbe un segno distintivo. Non ti sei accorto di quell’alone viola che abbiamo intorno? Voglio poter ordinare gli arretrati! Io non conservo serie incomplete. Purtroppo gli arretrati dei primi numeri di AnomaliE non li abbiamo più nemmeno noi. Ci sono solo dal N°3 in poi. Non pensavamo potessero esistere dei pazzi che vogliono gli arretrati! Ah! Ah! Ah! Ormai anke se non mi firmo sapete ki sono se vi dico ke faccio parte (come avvocato di difesa) della "PROTEZIONE ANIMALI STUPRATI DAL CIALTRONE"! Pensate ke ho portato AnomaliE al centro "ALCOCIGNI ANONIMI" (si sono dati all’alcol dopo quell’esperienza...) e l’hanno gradita; ma arrivati all’articolo di Cialtry hanno avuto un collasso! W IL PATE’ DI FEGATO D’OCA (anche di cigno va bene!)! E poi eravamo noi gli sklerati?! "Siate cattivissimi... ci piace!"?!? Si può definire masochismo? Per non farvi piacere vi dirò che siete bravissimi, ma continuate a migliorare, mi raccomando!!! Besos (salutatemi il muflone e la Francy) Ti sconsiglio i baci, ha un alito fetente. Il muflone, naturalmente! Menomale che hanno inventato la Fumettoteca Mad, perché se no a mia mamma dove direi che vado? In un centro sociale, tanto è uguale. Avete dei consigli su come farmi trovare il tipo?!? Un’altra convinta di aver scritto a Cioè!
Siamo giunti al momento del Premio Internazionale Commento Più Anomalo: Who dares, he wins; Sognate la rivista che volete, e prendete appunti. Oh yes, man!

Dopo aver pulito la bocca ai commenti, passiamo alle vostre letteronze.
Ci scrive Paola, interessata a frequentare un corso di animazione. La cosa migliore che puoi fare è informarti direttamente alla segreteria delle scuole, tra cui ti consiglio la "Scuola Internazionale di Comics", che ha un corso sull'animazione: www.scuolacomics.it/main.asp . Le sue sedi sono a Roma, Firenze, Jesi (Ancona) e Chieti. E' una scuola valida e tenuta in considerazione anche all'estero. Altrimenti c'è la "Scuola di Cinema Televisione e Nuovi Media" di Milano, che fa un corso di cartoni animati: www.scuolecivichemilano.it/cinema/cinema.htm - 02 5405 0100. C'è poi la "Nemo NT Scuola di Cinema d'animazione" di Firenze: www.scuolanemo.com/indexita.html - 055 2466738. In Internet ho trovato anche queste scuole di animazione, sulle quali però non ti so dire nulla: "Corso sperimentale di cinematografia" Roma 06 722941; "Cartoon School" Roma 06 30311929; "Centro di formazione professionale di tecniche cinetelevisive" Milano 02 4048455; "Istituto Europeo di Design" Milano 02 55194802; "La Lanterna Magica" Torino 011 4333504. Per quanto riguarda l'estero, ti consiglio di fare prima una scuola in Italia, e poi proporti presso le sedi italiane delle case di produzione internazionali. In bocca al lupo!
Samuela, che ha concluso il terzo anno dell’appena nominata "Scuola internazionale di Comics" di Jesi, e Giuliano, illustratore fumettista di Chieti, ci chiedono se e come possono far pubblicare il loro materiale su AnomaliE. Premesso che saremmo onorati di ospitare sulla nostra fanzine i fumetti di professionisti emergenti come voi (ma anche di esordienti), voglio ricordarvi che tutti i redattori di AnomaliE lavorano gratuitamente. Se la cosa non vi spaventa, potete spedire i vostri lavori ad AssociazionE AnomaliE, c/o Informagiovani, via Roma 60, 38100 TN. In alternativa potete portarli allo stesso indirizzo il mercoledì 20.00-22.00, il venerdì e il sabato 16.00-19.00. I vostri fumetti e illustrazioni devono essere realizzati su fogli formato A4 non a quadretti, in bianco e nero e non a matita.
Nicolò ha seguito con molto interesse (parole sue!) il nostro cineforum di film a cartoni animati giapponesi Cineanime e ci chiede se lo riproporremmo anche nel 2004. Teoricamente sì, non te lo posso giurare perché è una cosa abbastanza difficile da organizzare, comunque vi terremo informati. Nicolò vuole inoltre sapere se organizziamo corsi di fumetto. Noi no, ma ti consiglio di rivolgerti allo Studio d'Arte Andromeda che ha sempre attivo un laboratorio di fumetti gratuito e ha organizzato un corso di disegno con inizio nel mese di dicembre. La sede dello Studio è in via Malpaga 17 a Trento, tel. 0461238798.
Marco invece ci invia un suo disegno (pubblicato in questa pagina) e ne vuole un commento. Il giudizio ufficiale della redazione di AnomaliE è: il tuo lavoro è interessante, è disegnato bene. Hai una buona mano, in particolare si vede dai tratteggi. Dovresti però aumentare il contrasto tra gli oggetti. Marco cerca inoltre una sceneggiatura per realizzare un fumetto. Sappi che deve esserci molto feeling tra autore e disegnatore, essi devono entrare in sintonia e capirsi al volo. Pertanto ti consiglio di contattarci di persona, venendoci a trovare presso la Fumettoteca Mad - Informagiovani nei giorni segnati poco sopra.

Con questo è tutto!

Saluti anomali!

Tommy

17 giugno 2007

Intervista a Leo Ortolani

In una società in cui i giovani sono sempre più allo sbando, e attirati dai miti immaginari più che da quelli reali, una volta superata storicamente la fase dei supereroi americani, non pensi che un personaggio incosciente come Rat-man sia un modello negativo per i giovani? No, dai, sto scherzando. Piuttosto dimmi: come va?
Ma lei chi è?
Cosa vuole?
Non ho spiccioli! Vai a lavorare!
No, stavo scherzando!
Tieni: un euro.
ahahah
Scherzavo ancora!
Ridammelo.
Insomma, quando mi fanno certe domande faccio di tutto per non rispondere. Si nota molto?
Andare, direi che va bene, e ringrazio tutti quelli che permettono che le cosa vadano bene, cioè il redattore, l'immarcescibile Plazzi, che mi frusta per farmi consegnare in tempo, l'editore che mi pubblica e i lettori che mi acquistano! Inoltre penso che Rat-man sia davvero un modello, per i giovani d'oggi, perché comunque vada, lui si rialza sempre, con un coraggio incosciente, ma genuino.
No, dai, stavo scherzando!

Che shampoo usi?
Quello che trovo. Una volta non faceva molta schiuma. Era il balsamo.

Hai una Rat-mobile?
Ovviamente. Ma non ho il rat-garage, così gli altri inquilini, nel cortile mi fanno continuamente le portiere quando fanno manovra. Che rat-rabbia!

Cinzia è ispirato/a ad un personaggio che fa veramente parte della tua vita?
Siete curiosetti, eh? E anche maliziosi, per di più! Così, vi lascerò nel dubbio... ahahahah. Non capisco cosa io abbia di tanto divertente da ridere...

Se si facesse un film con attori in carne e ossa ispirato a Rat-man, per il protagonista servirebbe un uomo basso, calvo e con le orecchie enormi. Noi abbiamo pensato a Berlusconi. Sei d’accordo?
No, Rat-man in fondo, ci prova davvero, a salvare la gente!

Nell’ottica di una visione globale e non ideocentrica, è auspicabile l’interazione tra razionalità estremizzata e coordinazione simbolica, intesa come rappresentazione personale di un ragionamento estrinseco e non alterazione del subconscio relativo, nella comprensione effettiva di Rat-man?
Sì, ma soltanto dopo i pasti.

Non pensi che l'istituzione di premi come "miglior personaggio maschile di un fumetto" o "miglior personaggio femminile" non sia altro che una macchinazione per tenere fuori dai giochi la mitica Cinzia? In quale delle
due categorie consigli ai lettori di votarla?

"Personaggio femminile più dotato"

(l'immagine è da
http://www.imd.it/rat-man/images/Foto04.jpg)

11 giugno 2007

Ci avevate chiesto un articolo sul nuovo mito del fumetto italiano.
… purtroppo Dylan Dog non era in casa.


il Rat-man!

A prima vista sembra solo un incrocio tra Bat-man e Topolino, ma in realtà contiene in sé la comicità di Ace Ventura, il cinismo di Mister Bean e la stupidità autodistruttiva di Pasquale del Grande Fratello 3. E per di più è basso, calvo e ha le orecchie enormi, come Berlusconi. Ladies and Bancomat, questo è Leo Ortolani! No, naturalmente la definizione era per Rat-man, ma certo l’autore deve avere molto delle caratteristiche del suo pupillo, se è riuscito a caratterizzare così bene la pantegana supereroe e il suo mondo.
Ma questo è solo un inutile blablabla; noi qui ci vogliamo divertire! E allora non leggete quest’articolo, ma prendete direttamente un numero di Rat-man! Oppure date un’occhiata alle vignette pubblicate a scrocco in queste pagine, dopodiché vi sentirete costretti ad acquistare tutto quanto c’è di Ortolani dal vostro verduraio di fiducia! E per spingervi ulteriormente a farlo, farò diventare noiosissimo quest’articolo inserendo tutta una serie di date e dati fitti fitti.
Dunque: secondo la mitologia, Deboroh La Roccia (vero nome di Rat-man!) è nato il 4 ottobre 1967 (lo stesso anno di Ortolani: wow che coincidenza!) ed è perciò del segno della bilancia; auguri a tutti gli acquario! A differenza di quasi tutti i personaggi inventati, il Ratto quindi invecchia progressivamente dalla prima all’ultima storia. Che curiosamente è stata pubblicata prima della fine della serie, è ambientata nel 2047 e s’intitola Dimenticati dal tempo. È forse l’episodio più poetico mai scritto. Riassumendo in fretta una quarantina di numeri, Rat-man decide di fare il supereroe, senza esserne all’altezza, e ottenendo il solo risultato di farci morire dal ridere in ogni episodio. La frase era un po’ scontata? Vabbé, riproverò più tardi. Rat-man però non sarebbe nessuno senza i comprimari, prima tra tutti Cinzia il transessuale, vero protagonista femminile della serie (altro che la Gatta!), innamorato/a del Ratto e adorato/a dai suoi fans. E poi Bracco, l’ispettore che aiuta Rat-man come Aldo potrebbe fare con Giovanni e Giacomo. E vogliamo dimenticare Piccettino, orsetto di stoffa scrauso e unico amico di Rat-man?
Ancora lì? Però, che resistenza. Io ho smesso di leggere alla seconda riga!
Volete il titolo delle migliori parodie di Rat-man, così vi prendete quelle? Che teneri! In realtà potrete trovare solo gli ultimi episodi, visto che quelli vecchi sono esauriti da un pezzo. Ma se siete furbi come ratti e vi prendete la ristampa Tutto Rat-man, allora vi consiglio Rat-man 1999 - Spassoso; La Gatta – Comicità a 1000 e un'interprete d'eccezione; L'immutabile Destino - Battute a raffica in una storia perfetta (metallo!); Titanic 2000 - La scena più bella: Rat-man scopre che la bambola gonfiabile lo tradisce con un palloncino a forma di coniglio; e infine Cinzia la barbara - Da comprimaria a superstar!
Solo in queste storie c’è quanto basta per farvi ridere fino a che non accuserete i ratto-sintomi: lacrime agli occhi, crampi allo stomaco, neve ai monti. Gh!
Ma è proprio quando credi di aver compreso cos’è Rat-man, che Ortolani te lo infila… nello zaino, trasformando completamente il tuo fumetto preferito (dopo Lamù XXXX, ovviamente). Il diabolico geologo infatti alterna le singole storie sklerate alle più complesse trilogie, alcune composte da quattro e da sei episodi, e non sto scherzando! In questi albi Ortolani racconta le origini e il passato di Rat-man, creando vicende con supereroi che nulla hanno da invidiare ai comics d’oltreoceano, senza però rinunciare a una sola battuta. È stato grazie al suo tratto e alla sua conoscenza ineguagliabile dell’argomento che Ortolani è stato definito "il più grande autore Marvel vivente" dalla stessa casa editrice americana. Pare che tutti gli altri siano morti colpiti in testa da una granodiorite.
I rat-riconoscimenti non sono finiti qui. Che non stiamo parlando dell’ultimo dei fumetti pirla, infatti, ce lo conferma il fatto che grazie a Rat-man Ortolani ha vinto qualche cosuccia come i premi INCA per il miglior personaggio maschile e femminile non protagonista (non Cinzia, bensì Brakko e la Gatta), come miglior sceneggiatore e miglior fumetto; i premi Fumo di China come miglior personaggio umoristico e miglior storia (Le ombre dei padri...), solo per citarne un tot.
Non dimentichiamo poi la serie che fin dall’inizio accompagna Rat-man sullo stesso albo: Venerdì 12. La storia: Aldo è stato abbandonato dalla ragazza, e per colpa di una maledizione si è trasformato in un mostro sfigato ed emarginato. A chi non è mai capitato? E gli va persino peggio che a noi! Sua unica compagnia è il "fedele" servo Giuda, una specie di Rat-man meno dinamico ma più bastardo. Merita da solo l’acquisto dell’albo, padrune!
Siete ancora lì! Allora c’è qualcosa che non va. A quest’ora dovreste essere già corsi ad acquistare un volume del Ratto! E se siete riusciti a resistere finora alle mie parole, non riuscirete a fare altrettanto di fronte a quelle del sommo maestro Ortolani!

Cos’hai fatto alla macchina?
Ho investito una persona che stava attraversando senza guardare.
Ma è molto, molto rovinata, papà!
Continuava a rialzarsi.

Non puoi farmi niente, sono ancora un bambino!
Aspetterò.

Lei si ricorderà senz'altro della pecora Dolly...
Er... ecco, ... io... quell'estate in Sardegna ero molto solo e...

Il tempo passa per tutti tranne che per lei, madàm...
Adulatore! Scommetto che dice così a tutte le donne!
Oh, no, solo a quelle di una certa età!

E' un uccello!
No! E' troppo grande!
E' un aereo!
No! E' troppo piccolo!
E'... Superman!
No! E' senza carrozzella!


Contatti: www.rat-man.it – leortola@tin.it
Presso la Fumettoteca Mad trovate i seguenti albi di Leo Ortolani: Rat-Man (Collection) N°1-36, Sapore di Sale, Venerdì 12 N°1, Le meraviglie della natura N°1, Le meraviglie della tecnica, La lunga notte dell’ispettore Merlo.


Tommy

(l'immagine è presa da http://img297.imageshack.us/img297/5756/ratmanis4.jpg)

03 giugno 2007

Hey AnomaliE! (4)


Eccoci qua per un altro massacro dei vostri commenti ed e-mail, raccolti attraverso i questionari e l’indirizzo redazione(at)anomalie-net.com !
Alla maggior parte dei lettori il numero 3 è piaciuto… che cosa in particolare? C’è chi dice che la rivista Ha una sua identità, è più matura e divertente. Non solo: è silenziosa, occupa poco spazio e non sporca. Disponibile anche subito, tel. ore pasti. C’è però chi apprezza AnomaliE ma non certo la volgarità, quella la conosciamo già. L$£&%! I redattori sono più fighi. Allora è servito a qualcosa il lifting che ci siamo fatti! Giulia è persino stata da Cesare Ragazzi! Purtroppo era chiuso. Evitate gli errori di ortografia!!! Che colpa ne abbiamo se siamo innioranti? Articoli senza errori, ne va della vostra immagine. Non ti preoccupare: l’immagine dei redattori di AnomaliE è curata da Luber, il parrucchiere delle dive. Vorrei più disegni dell’autrice del fumetto sui prossimi numeri! Vedremo di spremere Consuelo come un tubetto di maionese. Mmh… maionese… Il numero precedente è molto più intelligente, si nota più cura. Scusate ora siete troppo volgari e banali. La smettete di criticare? Più che dei lettori sembrate un reparto geriatrico! C’è chi apprezza La pagina della posta e le risposte che dà Tommy ai lettori… Se è così non vi massacrerò (e Akira passerà nelle vostre case per pagarvi quanto pattuito. Nuda!) Ad altri AnomaliE piace Perché è bello sapere che è scritta e diretta da ragazzi relativamente giovani (Cialtrone li porta bene i 45 anni…) Non è valido! Sono io che devo fare le battute sul Cialtrone! Per qualcuno AnomaliE N°3 è = al 2 perché presenta Stesso linguaggio, stesse cose, poca originalità. Verrai picchiato da chi ci scrive: I disegni sono migliorati, alcuni articoli sono una figata e un po’ di sclero fa ridere da matti. Un impegno concreto: più sclero per tutti! Mi piacciono gli articoli che riguardano anime e manga./ Vi occupate troppo di manga. No, non è uno che soffre di schizofrenia, ma due commenti che si rispondono a vicenda. C’è poi chi gradisce Quando fate qualcosa con il cuore, come lo sklero. Che teneri! Altri apprezzano L’idea che aleggia in generale. Quella di valorizzare il fumetto come linguaggio, come mezzo di comunicazione. Ma non pensiate che sappiano esprimersi tutti così bene! Ad alcuni la rivista piace Perché è così! Una buona notizia per loro: vista l’ignoranza dilagante in Italia, è uscito in anticipo lo Zingarelli 2004. Dategli un’occhiata. È scritto anche dentro! Jazz e il suo Muflone non l’ho capito. Tranquillo, non c’è nessun problema: loro non capiscono te! Qualche fine intenditore poi ci confessa di aver apprezzato Le redattrici e in particolare Consuelo (è troppo brava!). È silenziosa, occupa poco spazio e non sporca. Disponibile anche subito, tel. ore pasti.

Ci sono poi le vostre proposte. Tutti vogliono Più pagine, fumetti, foto, rivista a colori… io voglio un avvocato! C’è chi si lascia prendere la mano e chiede Un articolo su come andare in Giappone spendendo poco e visitando più cose possibili. Sarebbe un’ottima idea per una nuova rubrica: AnomaliE manda i lettori a quel paese! Dedicare maggior spazio alla posta dei lettori. Ti bastano 2 pagine? Per me si può fare così anche tutta la rivista! Ma soprattutto c’è chi vuole Foto scandalose di Cialtrone; Foto scandalose di Cialtrone con animali; Foto scandalose di Cialtrone col Presidente; Foto scandalose di Cialtrone con Presidente più Segretario. Foto di Tommy con Pamela Anderson no?

Siamo al momento più atteso: signore e signori, è l’ora del vostro sklero! Ma che cavolo! Gli articoli di Cialtrone si sono ridotti a 3 cortissimi! Ancora tu? Ti ho riconosciuta, sai? Prima o poi ti ammazzo Jacopo!!! Se non mi porti i miei disegni ti ritrovi sottoterra. / Hem… Saluto gli amici a casa, la prof.ssa Tomaselli, tutta l’Associazione, il prof. Finessi, quel pirl… hem, geniaccio di Jacopo. / Vogliamo più sklero e più mufloni, ma soprattutto Jacopo riportami il signore dei tranelli!! / Beh, allora saluto tutti quelli che conosco, anche la Consu! E poi: Borlo puzzi troppo!!! Fatevi tutti gli affari vostri su questa pagina, mi raccomando eh? Eliminate il muflone di Jazz!! Eliminare il muflone non basta, bisogna distruggere anche Jazzinghen, vero responsabile del problema. Vi mando un bacione in fronte (= rispetto) a tutte/i. Baci P. A Jazz non darlo, perché ha l’herpes. In un certo senso ammiro il vostro voler fare, il voler esserci, ma visto che qualcosa vi costa non è meglio usare il vostro estro per qualcosa di più completo e costruttivo? Siamo braccia rubate all’agricoltura, lo so. Datemi una canna. È il gadget che trovi a gratis nel cellophane con il prossimo numero di AnomaliE. Ho una richiesta, fatemi vincere un concorso e possibilmente un concorso dove si vincono soldi. Per il Festival di Sanremo e Miss Italia abbiamo già deciso… va bene se ti facciamo vincere il Pirla Award? Cialtrone for President (no, vi prego). Confermo il "no, vi prego". AnomaliE è sempre la stessa… sega (skerzo… mica tanto!) Ti rigo la macchina (skerzo… mica tanto!) Ok, bene: annuncio per Cialtrone: "Il mio gatto ti aspetta martedì alle 16.30 per il solito servizio…" Tu sai cosa intendo… Devo chiamare la protezione animali? Saluto il mio criceto FETCH (sempre con la bozza fra le zampe). Penso che Fetch si troverà bene assieme al Cialtrone e al gatto di quell’altro. In principio era la perfezione e la razionalità delle cose. Poi qualcuno disse "Che noia… Perché è tutto così monotono e prevedibile?" Da questa frase nacque AnomaliE. Subito qualcuno disse "Che è ‘sto casino?!", ma ormai era tardi… Ora il caos regna sovrano… E sempre regnerà con AnomaliE! La mia vita è una merda e ogni minuto ke passa me ne accorgo sempre di più. Ci si poteva sfogare, no? Leggi AnomaliE, e ti sentirai subito meglio! I tuoi problemi non svaniranno, ma troverai gente messa peggio di te! È un medicinale, usare con cautela. Aut. Min. Ric. Perché non fate 1 leggenda sulle origini dell’associazione? Sai, tipo Romolo & Cialtrone che sono stati allevati da 1 ornitorinco, poi Cialtrone si è mangiato l’ornitorinco e Romolo e ha obbligato il WWF a creargli 1 habitat naturale pieno di Dylan Dog, tipo la MAD. Guarda che non è una leggenda, è proprio andata così! Me lo ricordo bene, perché io sono l’ornitorinco! Segnalo infine il vincitore del Premio Ufficiale Internazionale Commento Più Anomalo: La notte è un mistero ma se c’è qualcuno che la notte non dorme allora vuol dire che c’è qualcuno che legge nel giorno. Mitico!

Anche per questo numero c’è una letteronza da strappare, che bello! La scrive Elena "Caska" che dichiara di essere una supersfegatata di manga, ed esibisce un curriculum di serie lette degno del Guinnes dei primati. L’inizio è classico, ma arriva subito il colpo di scena: sto leggendo dei fumetti che mi ha mandato, o uno di voi fondatori di AnomaliE o un aiutante-lettore non ho capito molto bene.... So solo che si chiama Michele, frequenta la terza d del liceo Scientifico e la sua mamma è la mia prof. di mate. C’è solo un individuo che corrisponde alla descrizione: Mr. Jazzinghen! Dalla prof. Jazzinghen, Caska ha ricevuto AnomaliE n°2, e il n°3 come regalo per i suoi 14 anni! Che bello! Una prof. che regala AnomaliE agli studenti! Magari l’anno prossimo viene inserita tra i libri di testo!

C’è poi Jacopo di Darzo che ci invia un’interessante e personale analisi dell’argomento Orgoglio e pregiudizio, dossier dello scorso numero. È talmente bella che non si può sintetizzare:
È difficile scrivere di qualcosa che amo leggere e disegnare... parlare di orgoglio e pregiudizio, della situazione del fumetto, dell’invasione manga e della bande dessinee... Così da scrittore maledetto, a venti minuti dall’incontro con i mie amici, il sabato sera mi metto davanti al computer e scrivo... (ci sono dei signori vestiti di nero, con dei tesserini, senza foto, con scritto AnomaliE, che mi puntano una pistola alle tempie... aaaiuuutoooo!)
Ci sono giorni che ti svegli skazzato, e seduto tra le pile di Dylan Dog ci pensi... ma quanto vivrà ancora il fumetto... quanto... così tagliato fuori dall’essere un mezzo di comunicazione come televisione e letteratura? Tagliato fuori, dal mondo, ma non da noi fumettofili (o Anomali come questi signori in nero si amano definire). Tagliato fuori dall’essere quello che per natura è: Arte (e con la A maiuscola se mi permettete!) Tagliato fuori forse un po’ anche per opera nostra, da otaku, da Bonelliani o da strafatti di American – Super Super Hero. Apritevi, difendete quel vessillo che vi accomuna, uniti faremo vedere ai genitori che non leggiamo robette da bambini. Mettetegli in mano un bel Il garage ermetico di Moebius e poi se ne riparla. Tagliato fuori, perché forse quella mattina quando mi sono svegliato, ho guardato Linus con la copertina di Pazienza e ho detto "Kazzo! Dovevo nascere venti anni fa". Tagliato fuori perché dopo Paz mi sono capitati sotto gli occhi Moebious, Toffolo, Otomo e Stan Lee e mi sono detto "Kazzo dovevo nascere in Francia", "Kazzo dovevo nascere a Pordenone", "Kazzo dovevo nascere in Giappone", "Kazzo dovevo nascere in America". Poi li ho presi in mano, li ho sfogliati, vedevo baloon, chine e pennini in ogni uno di loro. Li ho chiusi e messi uno vicino all’altro. In fila, come fratelli della stessa famiglia, ho visto che non moriranno finché ci saranno Anomali (diavolo, sto cominciando a parlare come uno di loro..) che li leggono, questi dannati, amatissimi fumetti.
Orgoglioso di leggere fumetti, convinto che non moriranno, convinto (e speranzoso) che si ritaglieranno uno spazietto d’essere arte anche loro (e, piccola informazione, in Francia esiste già un museo di fumetti).
Saluti anomali

Contraccambio i saluti anomali! Ci sentiamo al prossimo numero!

Tommy